INTRECCI PARALLELI

Intrecci Paralleli è un progetto legato a un nuovo modo di pensare al riciclo e riuso.

-IL NOSTRO CONCETTO DI RICICLO E DI ECO-SOSTENIBILE
Il nostro punto di partenza è la volontà di realizzare manufatti d’arte e complementi d’arredo di design attraverso l’utilizzo di oggetti che hanno cessato la loro funzione primaria ( come ad esempio cassette della frutta e fusti in cartone) e materiali provenienti da scarti di lavorazioni industriali.
L’idea è proprio quella di ridare una seconda vita a questi materiali, che altrimenti andrebbero buttati ( e nel migliore dei casi solo una parte di essi riciclati), nella creazione di manufatti nei quali il singolo pezzo si unisce ad altri creando arte e design.
Il progetto di Intrecci Paralleli si spinge fino alla progettazione architettonica di ambienti sia interni che esterni di tipo abitativo oppure lavorativo.

-RISPETTO PER L’AMBIENTE:ANNULLARE LA NOSTRA IMPRONTA
Altro aspetto basilare di questo progetto è quello di valutare l’impronta, cioè l’impatto ambientale, che ogni nostra azione produce e di mettere in atto in prima persona attività volte a pareggiare tale impatto.
È importante evidenziare come ogni azione compiuta produca una certa quantità di inquinamento, a partire dall’invio di una mail per arrivare all’installazione di pannelli fotovoltaici. Di conseguenza la nostra intenzione è quella di valutare l’entità di tale impatto e studiare una serie di interventi volti ad annullarne gli effetti.
Esempi di tali azioni potrebbero essere il piantare un albero, oppure il dedicare una certa quantità del nostro tempo nello svolgere attività eco-compatibili.

-IL PROGETTO, UN INTRECCIO DI ARTI
La particolarità del progetto a livello artistico è data dal connubio delle nostre abilità tecniche, quali pittura, fotografia, progettazione e attività manuali.
Grazie all’unione di queste attività si va a creare un’opera d’arte che verrà poi segmentata tra gli oggetti e gli ambienti creati, in modo tale che essi risultino legati, o meglio intrecciati, tra loro.
Ogni prodotto, perciò, diventa unico, ma anche parte di un progetto artistico che rivela la presenza di ognuno di noi.